Visualizzazioni totali

mercoledì 5 febbraio 2014

HALINA PAULETTE JUNIOR (1978)

Fondata a Hong Kong nel 1956, la HAKING produsse una serie di fotocamere, vendute col nome "HALINA", che ebbero un successo planetario... forse il primo vero esempio di prodotto cinese a invadere gli Stati Uniti e il resto del mondo.
 
Si trattava per lo più di fotocamere di fascia economica ma, al tempo stesso, particolarmente curate nello stile e soprattutto di buona qualità costruttiva.
Per i primi anni di vita lo stile delle Halina fu spudoratamente ispirato alle migliori fotocamere di scuola tedesca come Leica (Halina 35x e Halina Pet) e Voigtlander (Halina Rolls) nonchè alle biottiche Rollei (Halina AI).
 
 
Negli anni '70, però, erano ormai i giapponesi a dettare legge in fatto di stile e così i modelli di questo periodo, come la HALINA PAULETTE JUNIOR, ricalcano i canoni estetici allora in voga, ossia corpo compatto e linee squadrate.
 
Se dal punto di vista dello stile la produzione HAKING ha sempre subito influenze esterne, c'è un aspetto per il quale queste fotocamere risultano davvero uniche e hanno ben poche rivali: le caratteristiche delle loro ottiche, capaci di esaltare oltremodo la saturazione dei colori e la presenza di una certa vignettatura del bordo immagine.
 
 
Al loro tempo questi apetti erano considerati indice di bassa qualità delle ottiche e conseguenza del basso costo di queste macchine ma dagli anni '90, con l'esplosione della LOMOGRAFIA, tutto è cambiato e anzi oggi si cerca di riprodurre perfino via software gli effetti e le "aberrazioni" di quelle lenti.
Cultori della "Street Photograpy" e artisti dell'immagine, inesperti e smanettoni hanno cominciato ad acquistare e utilizzare queste macchine preferendole al digitale, tant'è che oggi le uniche macchine a pellicola ancora prodotte e vendute sono quasi esclusivamente di tipo lomografico.
Una miriade di prodotti cinesi male assemblati (Holga, Fisheye, Action Sampler, ecc.) hanno invaso il mercato a prezzi spropositati ma paradossalmente gli strumenti migliori restano quelli tradizionali e ormai da tempo fuori produzione: LOMO (le Originali Russe) DIANA, e HALINA. 
 
La HALINA PAULETTE JUNIOR (venduta anche come HALINA 1000) è un tipico esempio di fotocamera 35mm di fine anni '70, con corpo macchina compatto e squadrato. Simpatica e piacevole da impugnare, la sua linea ricorda molto quella delle cugine giapponesi ma quì tutto è improntato alla massima semplicità.
 
Per poterla utilizzare non avrete bisogno di alcun manuale d'uso nè di conoscere i segreti della fotografia. Che voi siate un principiante o un professionista della fotografia non dovrete fare altro che inquadrare e scattare... dopo lo sviluppo vedrete i risultati!
 
Recensita anche sul sito ufficiale LOMOGRAPHY.COM, visitate questo link per degli splendidi esempi delle sue doti lomografiche:
http://www.lomography.it/magazine/reviews/2011/09/06/halina-paulette-junior

Nessun commento:

Posta un commento