Visualizzazioni totali

giovedì 19 dicembre 2013

RODENSTOCK RODELLA (1932)

Fondato nel 1877, il marchio RODENSTOCK è uno dei più antichi e apprezzati produttori tedeschi di ottiche professionali. Da ormai oltre un secolo le ottiche Rodenstock equipaggiano i migliori modelli di proiettori, ingranditori per la stampa, banchi ottici e fotocamere di fascia professionale. 
 
Purtroppo, si tratta di un marchio meno noto alla generazione dei fotografi digitali ma che in ambito professionale gode di una fama e prestigio pari alle sue rivali storiche, Zeiss e Schneider.  
 
 
Trattandosi di una azienda specializzata nella fabbricazione di ottiche, le fotocamere con marchio RODENSTOCK sono state prodotte in pochissimi esemplari e pertanto oggi sono rarissime se non addirittura introvabili.
 
Il modello RODELLA del 1932 era un piccolo gioiello di tecnica e stile, dalle dimensioni sorprendentemente tascabili.
La sua struttura prevede un soffietto di tipo auto-estensibile, che la rende immediatamente pronta allo scatto ma l'aspetto più originale riguarda proprio il singolare meccanismo di scorrimento della piastra porta-ottica, che è collegata da quattro braccetti in metallo che tendono il soffietto  e mettono la fotocamera in posizione di utilizzo al semplice tocco di un pulsante.
 
 
Per il resto, la fotocamera è realizzata con grande attenzione per i dettagli e con una componentistica (ottiche e d otturatore) di prim'ordine per l'epoca.
 
Questa le principali caratteristiche tecniche:
- Obiettivo RODENSTOCK "Trinar Anastigmat" con focale di 50mm
- Diaframma a iride fra i due gruppi ottici dell’obiettivo, con aperture da f/2.9 a f/12.5
- Otturatore centrale lamellare "COMPUR" prodotto dalla F. Deckel con 8 tempi di scatto, da 1sec. a 1/300sec e posa B
- Inquadratura con mirino a traguardo
- Messa a fuoco su scala metrica mediante scorrimento a vite dell’obiettivo
- Possibilità di comando a distanza dello scatto mediante cavetto flessibile
 
Come accade in tutti gli apparecchi di questo tipo, la pellicola viene fatta avanzare ruotando un pomello e non esiste un "fine corsa": l'utente deve fermarsi al momento giusto, controllando il numeretto stampato sul lato posteriore della pellicola e che appare da un'apposita finestra sul dorso della fotocamera. 
 
Questo aspetto tecnico è molto interessante poichè consente di realizzare esposizioni multiple su uno stesso fotogramma e dunque, attraverso la fusione di due o più foto, ottenere effetti molto artistici.
 
La RODENSTOCK RODELLA realizza ben 16 negativi di dimensioni 3x4cm su ciascun rullo di pellicola tipo 127.
Quanto alla reperibilità delle pelilcole, tengo a precisare che alcune case (Rollei, Efke, Maco, Bluefire) PRODUCONO ANCORA le pellicole formato 127.
Ecco qualche link utile:
http://www.macodirect.de/rollei-nightbird-p-1957.html
http://www.frugalphotographer.com/cat127.htm
http://www.fotoimpex.de
 
 
Per chi voglia cimentarsi, la qualità delle ottiche è eccelsa...

Nessun commento:

Posta un commento