Visualizzazioni totali

mercoledì 11 settembre 2013

BENCINI COMET 535 MINICOMPACT (1981)

Prodotta dal 1981 al 1989, la COMET 535 MINICOMPACT rappresenta uno degli ultimi modelli della casa italiana, nello sforzo estremo di restare al passo con i tempi seguendo la tendenza di fine anni '70, in cui molti produttori lanciarono sul mercato  apparecchi ultracompatti.
 
Di fatto, Bencini riuscì appieno nell'obiettivo presentando alla Photokina del 1980 di Colonia una nuova serie di fotocamere COMET per pellicola 35 mm di piccole dimensioni, grandi all'incirca come un pacchetto di sigarette e disponibili nei colori nero, rosso o azzurro.  
 
 
Come da tradizione di casa BENCINI, la COMET 535 MINICOMPACT è una fotocamera completamente meccanica e manuale, che non necessita di batterie per poter funzionare e non è assolutamente dipendente dall'elettronica. Insomma, una macchina estremamente affidabile e semplice da usare anche per un neofita. 
 
Queste le principali caratteristiche:
- Obiettivo con lente "BENCINI COLOR KORIMAR" con focale di 38mm
- Diaframma a iride con aperture da f/4 a f/22
- Otturatore centrale lamellare con tempi di scatto singolo da 1/125sec.
- Inquadratura con mirino galileiano
- Messa a fuoco su scala metrica mediante rotazione della ghiera dell’obiettivo
- Contatto caldo di sincronizzazione e slitta per flash
- Possibilità di comando a distanza dell'otturatore mediante cavetto flessibile 
 
 
Negli ultimi anni, l'interesse per le fotocamere Bencini è rinato, soprattutto per alcune caratteristiche dell'ottica, che rendono questi modelli particolarmente adatti per un utilizzo in LOMOGRAFIA.
Al pari delle LOMO sovietiche, anche l'italianissima Comet è dotata di una ottica caratterizzata da una elevata saturazione dei colori e da una marcata vignettatura dei bordi. 
 
Inoltre, diversamente dalle celebrate HOLGA cinesi, la BENCINI COMET 535 è un prodotto di qualità decisamente superiore. Le finiture e i dettagli sono molto più curati, ma soprattutto... non cade a pezzi come le rivali cinesi!
 
 

 
 
 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento