Visualizzazioni totali

giovedì 2 maggio 2013

COSINA CX5 F (1983)

Anche se ai meno esperti il nome COSINA non dice molto, si tratta di un vero e proprio colosso dell'industria fotografica che nel corso degli anni ha acquisito il controllo di nomi storici della fotografia come Voigtlander, Argus, Petri, Topcon e Miranda. 
 
Oltre a produrre fotocamere per conto di terzi, in passato Cosina ha realizzato anche modelli venduti con nome proprio, che godono di una solida reputazione tra gli appassionati di fotografia analogica e non hanno nulla da invidiare alla migliore concorrenza di Canon, Pentax, Olympus, ecc.
 
 
Tuttora, COSINA è proprietaria del marchio tedesco Voigtlander, di cui produce la "Bessa L" una delle più raffinate e costose macchine a telemetro oggi in commercio. Anche Zeiss Ikon ha affidato la produzione della sua attuale telemetro a Cosina.
 
La COSINA COMPACT CX5F è una 35mm compatta costruita all'inizio degli anni '80 con l'intento di fare concorrenza alle Konica Pop, alle Canon Snappy ed altre compatte molto in voga, grazie alla loro versatilità e alle forme giovanili e i colori vivaci. 
 
Seppure meno diffusa delle concorrenti citate, questa fotocamera non mancava di nessuna delle raffinatezza tecniche vantate dalle concorrenti, come il flash integrato e un esposimetro alimentato a batterie mini stilo di immediata reperibilità.
 
Sostanzialmente, però, si trattava di un modello meccanico in cui la elettronica semplificata era solo di supporto all'utente e la fotocamera poteva funzionare bene anche in assenza di batterie (rinunciando all'uso del flash e della spia dell'esposimetro).
 
L'aspetto più interessante erano soprattutto le dimensioni tascabili del corpo macchina e il meccanismo di apertura/chiusura dell'obiettivo, che avveniva ruotando di 90° l'intero corpo obiettivo.
Completava il corredo, un'ottica grandangolare che offre un ampio angolo di campo e un ottima qualità d'immagine. 
 
Questi i principali dati tecnici:
 - Obiettivo grandangolare "COSINON" con lunghezza focale di 33mm
- Diaframma con aperture di f/5.6 e f/11, selezionabili spostando il selettore ASA
- Otturatore centrale con tempo di scatto singolo da 1/100sec.
- Inquadratura con mirino ottico di tipo galileiano
- Esposimetro di tipo CDS con sensibilità da 100-400 ISO alimentato con due batterie mini stilo AAA da 1,5volt
- Flash integrato nel corpo macchina
 
Data la sua estrema semplicità tecnica, l'utilizzo di questa fotocamera è quanto di più facile: basta Inquadrare e verificare che la fotocamera non emetta il segnale rosso che avverte contro  il rischio di foto sottoesposta.
Fotografare in analogico non è stato mai così semplice!!!

Nessun commento:

Posta un commento