Visualizzazioni totali

martedì 30 aprile 2013

FUJICA STX-1N (1982)

Nel mondo della fotografia, gli anni '70 segnarono  la definitiva affermazione dell'industria giapponese sui suoi rivali storici. L'industria tedesca, in seria crisi per i costi di manodopera divenuti proibitivi, perse definitivamente la sua leadership e fu lentamente relegata alla produzione di macchine "di nicchia" per pochi privilegiati.
 
I modelli giapponesi dettavano ormai le tendenze di mercato, sia nello stile che nella tecnica, ma le reflex di quegli anni erano ancora troppo pesanti ed imponenti.
 
 
Insieme ad Olympus, la Fuji fu uno dei primi costruttori a cercare di rendere più maneggevoli queste fotocamere e più adatte anche a un pubblico femminile o di appassionati che avessero esigenza di spostarsi spesso ma senza portarsi dietro grossi ingombri o pesi.
 
In questo contesto, la FUJICA STX-1N è uno dei migliori esempi di macchina reflex completamente manuale mai costruita: corpo compatto, linea elegante e intramontabile, eccellente qualità ed ampiezza del parco ottiche Fuji.
 
 
Più che di una rivoluzione, si trattò di un ulteriore affinamento delle caratteristiche già ben note della FUJICA ST 605 con passo a vite e della FUJICA STX-1 con baionetta Fujica-X, rispetto alla quale il classico indicatore ad ago dell'esposimetro fu sostituito da led luminosi visibili nel mirino.
 
Restavano invariate le altre caratteristiche di docilità della meccanica, silenziosità e affidabilità che fecero di queste reflex uno dei maggiori successi commerciali per il marchio FUJIFILM. 
 
Ecco le principali caratteristiche tecniche di questo modello:
- Obiettivo "X-FUJINON" con lunghezza focale di 50mm
- Diaframma a iride con valori di apertura da f/1.9 a f/16
- Distanza minima di messa a fuoco: 60cm
- Tempi di scatto da 1/2sec. a 1/700sec
- Esposimetro con lettura di tipo TTL e sensibilità da 25 a 3.200 ISO
- Slitta flash con contatto caldo
- Autoscatto
- Baionetta Fujica-X
 
L'esposimetro è alimentato con due comuni batterie del tipo SR44 o LR44 (reperibili ovunque a circa 1 euro) ma per il resto la macchina è completamente manuale (messa a fuoco, settaggio dei tempi e apertura diaframma). Dunque nessun problema anche nel caso di guasti all'esposimetro o mancanza della batteria.
Come dicevo in precedenza, le reflex manuali Fujica sono considerate delle macchine universali, ottime sia per lo studente di fotografia che voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo delle reflex sia per gli amatori più smaliziati.
 
Per maggiori info e esempi di foto ottenibili, vi invito a visitare i seguenti link:
http://camerapedia.wikia.com/wiki/Fujica_STX-1N
http://www.flickr.com/groups/fujicastx-1/pool/

4 commenti:

  1. buonasera penso si essere un possessore del suddetto modello; dico penso poichè il marchio stx1n non è presente sulla macchina fotografica mentre per tutto il resto è identica a quella illustrata da Lei nel suo interessante articolo.
    Avrei alcune domande da farLe in merito spero di poterLa contattare tramite posta elettronica, le lascio la mia e-mail: drumdraw@gmail.com
    Sperando in un riscontro positivo Le porgo distinti saluti
    Ci pensi..

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho la fortuna di possedere questo stupendo gioiello meccanico. Nel maneggiare questa fotocamera si è sicuri delle sue capacità, del suono della meccanica, e i risultati sono soddisfacenti.

    RispondiElimina
  3. Salve a tutti sono un ragazzo di 18 anni ed ero stanco di scattare foto con il cellulare così ho comprato una reflex fuji come il modello descritto, è la prima volta che prendo in mano questo genere di macchine fotografiche e volevo sapere se avevate qualche consiglio per iniziare al meglio ed imparare a scattare delle buone foto... Grazie in anticipo

    RispondiElimina