Visualizzazioni totali

martedì 19 febbraio 2013

YASHICA SUPER 825 (1969)

Oltre che per la produzione di fotocamere di fascia professionale ed amatoriale, il costruttore giapponese YASHICA è stato molto attivo anche nel campo della cinematografia, con un'ampia e apprezzata gamma di cine-proiettori e cineprese che godono ancora oggi di una solida reputazione, al pari di quanto avviene per i prodotti dedicati al mondo della fotografia.

Prodotta a partire dal 1969, la YASHICA SUPER 825 è una delle più solide ed affidabili cineprese di fine anni '60.
La qualità dii questo modello è testimoniata anzitutto dalla realizzazione del corpo interamente in metallo, abbinata a uno stile sobrio e moderno. La costruzione era impeccabile e curata nei minimi dettagli.
 
 
Compatta nelle dimensioni e agevole da maneggiare, grazie alla comoda impugnatura "a pistola" ripiegabile, questa cinepresa è dotata di un motore elettrico che le consente riprese a una velocità di 18 fotogrammi al secondo su pellicola Super 8.
 
L'obiettivo è dotato di un versatile zoom 2,5x con focale variabile da 12 a 30mm e una eccellente luminosità, con apertura diaframma max. f/1.8
 
 
A completare la dotazione tecnica, è presente anche un esposimetro, con indicatore visibile nel mirino, che regola in automatico la corretta esposizione della pellicola. 
 
Queste le principali caratteristiche tecniche:
- Formato pellicola: SUPER 8
- Obiettivo YASHINON ZOOM con lunghezza focale variabile da 12 a 30mm  e apertura diaframma massima f/1.8
- Regolazione dello zoom manuale
- Mirino di tipo reflex con regolazione delle diottrie
- Regolazione dell'esposizione automatica con esposimetro di tipo cds
- Velocità di registrazione: 18 fotogrammi al secondo
- Alimentazione con 4 batterie stilo AA da 1,5v (1 batteria PX625 per l'esposimetro)
- Dimensioni: 55 x 230 x 195 mm (55 x 125 x 195 mm con manico ripiegato)
- Peso 1000gr.
 

Nessun commento:

Posta un commento