Visualizzazioni totali

mercoledì 12 dicembre 2012

REVUE ELECTRONIC C (1971)

In Germania e nel Regno Unito le grandi catene di negozi specializzati in articoli fotografici sono una realtà consolidata mentre in Italia questo fenomeno è sconosciuto e si è visto qualcosa di simile solo negli ultimi anni nel campo dell'elettronica di consumo, con catene come Mediaworld, Trony, Expert e Euronics.
 
Il marchio REVUE appartiene al colosso tedesco FOTO-QUELLE, che dalla metà degli anni '50 è una delle maggiori catene al mondo specializzate nel commercio di articoli fotografici e, accanto ai prodotti tradizionali (Nikon, Canon, ecc.) ha sempre offerto alla sua clientela articoli con marchio proprio REVUE, commissionati di volta in volta a costruttori terzi (spesso giapponesi come Ricoh, Chinon e Cosina).
 
Non meravigliatevi , dunque, di imbattervi di tanto in tanto in fotocamere tecnicamente eccellenti ma dotate di marchi insoliti come PORST, REVUE, PRINZ, CARENA, GAF-ANSCO, HANIMEX, BELL & HOWELL. 
 
Seguendo questa filosofia di commssionare a terzi la produzione di fotocamere, la "REVUE ELECTRONIC C" è una delle numerose varianti realizzate sulla base della nota "COSINA COMPACT 35", una fotocamera a telemetro costruita all'inizio degli anni '70 con l'intento dichiarato di fare concorrenza alle Konica C35 ed Olympus 35RC. 
 
Sulla stessa base furono realizzate anche altre varianti come la PRINZ 35-E, la PORST 135 S e perfino la VOIGTLANDER VF135.
 
Anche se ai meno esperti il nome Cosina non dice molto, basti pensare che questo costruttore giapponese ad oggi è proprietario del marchio tedesco Voigtlander, di cui produce la "Bessa L" una delle più raffinate e costose macchine a telemetro oggi in commercio. Anche Zeiss Ikon ha affidato la produzione della sua attuale telemetro a Cosina... se vi sembra poco fate voi!
 
Ritornando alla "REVUE ELECTRONIC C", si tratta di un piccolo gioiello con corpo interamente in metallo e con lo stile inconfondibile delle fotocamere giapponesi anni '70; dunque, dimensioni compatte e linee tese e ancora oggi moderne.
 
Sotto il piano tecnico, invece, si tratta di un telemetro 35mm di tipo automatico, ossia con otturatore e diaframma ad apertura comandata elettronicamente dall'esposimetro. In pratica, in base alle condizioni di luce, la fotocamera sceglie tempi e diaframmi ottimali per una foto correttamente esposta.
Completa il corredo, un'ottica leggermente grandangolare che offre un ampio angolo di campo e un ottima qualità d'immagine. 
 
Questi i principali dati tecnici:
 - Obiettivo con lente "Cosinon Automatic" e lunghezza focale di 38mm
- Diaframma con aperture variabili da f/2.7 a f/16
- Otturatore centrale lamellare "Copal" controllato elettronicamente e con tempi di scatto da 1/30sec. a 1/650 sec. più la posa B
- Telemetro per una messa a fuoco agevole ed accurata
- Esposimetro di concezione moderna di tipo CDS con sensibilità da 25-400 ISO
- Autoscatto
- Attacco per filtri diametro 46mm
- Possibilità di comando a distanza dell'otturatore mediante cavetto flessibile
 
Al di là della raffinatezza tecnica, questa fotocamera è quanto di più semplice vi sia da utilizzare. Inquadrare e mettere a fuoco lasciando che la fotocamera controlli tempi e diaframmi sarà un gioco da ragazzi per chi non ha mai scattato una foto con una fotocamera meccanica ma anche l'occasione per avvalersi di uno strumento compatto e di qualità da tenere sempre con se per cogliere l'attimo!

1 commento:

  1. Complimenti per l'ottimo articolo. Sono da poco venuto in possesso di una Revue electronic C . Dopo averla sistemata mi appresto a collaudarla. Dvo però trovare una batteria. Sapete darmi eventuali indicazioni sul tipo o codice. Grazie Francesco

    RispondiElimina