Visualizzazioni totali

sabato 26 maggio 2012

ZENIT 19 (1979)

La sovietica ZENIT è uno dei marchi storici della fotografia e uno dei pochi al mondo (insieme alla tedesca Ihagee-Exakta) specializzati esclusivamente nella fabbricazione di fotocamere reflex.
Da sempre questi prodotti  godono della reputazione di robustezza e di una elevata qualità delle loro ottiche "Helios", utilizzate anche in campo scientifico e in astronomia, per i telescopi. 
 
Prodotta dal 1979 al 1987, la Zenit 19 rappresenta il modello di punta del glorioso marchio sovietico.
Come da tradizione, la realizzazione è robusta e quasi interamente in solido metallo ma vi sono numerose differenze tecniche rispetto al resto della produzione Zenit e che collocano questo modello al top della tecnica del suo tempo.
 
Anzitutto, l'otturatore è a controllo elettronico e si avvale della aggiunta di tempi di posa più lunghi (fino a 1sec.) rispetto ai modelli tradizionali (1/30sec.) e di una velocità fino a 1/1000sec. Un'altra importante differenza tecnica è costituita dall'otturatore con tendina in metallo anzichè in tela.
 
Un altro aspetto peculiare è dato dalla presenza di un apposito pulsante per attivare l'anteprima della profondità di campo e per la misurazione esposimetrica prima dello scatto. L'impostazione della sensibilità ISO è dislocata sul fondello della fotocamera e sul dorso è presente una tavola di conversione dai valori  GOST / ISO.
 
Resta invariata, rispetto ai modelli precedenti, la completa manualità di questa fotocamera e l'impiego della mitica baionetta com "passo a vite 42mm", che rende la ZENIT 19 compatibile con una miriade di ottiche per tutte le tasche.
 
La dotazione tecnica è ancora oggi di tutto rispetto:
- Obiettivo con rinomata lente "Helios 44M" con focale di 58mm
- Diaframma a iride tra i gruppi ottici dell'obiettivo, con aperture da f/2 a f/16
- Otturatore a controllo elettronico con tendina in metallo e tempi di scatto da 1sec. a 1/1.000sec più la posa B
- Esposimetro con cellula al selenio e sensibilità ISO da  16-500
- Autoscatto
- Slitta flash con contatto caldo
- Baionetta con passo a vite 42mm (detto anche M42)
 
Tengo a precisare ancora una volta la completa manualità della ZENIT 19, che nonostante dotata di otturatore elettronico è in grado di scattare foto anche senza batterie (seppure solo a 1/1.000sec.).
Questa macchina è di uso semplice ed intuitivo, dunque un ottima scelta sia per lo studente di fotografia che per l'amatore esperto, che necessitano di un controllo totale di tutte le impostazioni di scatto.
Si tratta anche di un modello piuttosto raro poichè prodotto in circa 122.000 unità a fronte dei milioni di esemplari della Zenit E e delle sue varianti.
 
 
Per farvi un'idea della qualità delle foto ottenibili con questa macchina e, soprattutto sulla resa dello sfocato ottenibile con le lenti Helios, vi invito a visitare il e guardare con attenzione le foto presenti al seguente link:
http://lowresolution.com/category/zenit-em/
 

Nessun commento:

Posta un commento