Visualizzazioni totali

martedì 24 aprile 2012

VOIGTLANDER VITO C (1961)

Fondata nel 1756, la tedesca Voigtlander è uno dei marchi della fotografia più antichi al mondo. Essa occupa un posto d'onore, insieme a Zeiss e Leica, nella storia della fotografia e ancora oggi i suoi modelli fanno sognare gli appassionati e i "puristi" della fotografia.
 
La produzione del modello Vito risale al 1939, con i primi modelli a soffietto e dal 1954 si passò al corpo rigido con la "Vito B". La produzione della Vito è continuata fino al 1971, anno in cui l'aziendà entrò in crisi e scomparve dal mercato.
 
Dunque, un modello di successo come pochi altri, rimasto in produzione per oltre un trentennio, che si può atutti gli effetti definire come la "Volkswagen Golf" della fotografia.     
 
Il modello C oggetto del presente annuncio appartiene alla terza generazione della Vito e raccoglie con successo l'eredità dei modelli precedenti. 
 
Ancora una volta, si tratta di una macchina dal corpo compatto ma solido e pesante. Semplice da capire e da usare ma anche caratterizzata dalla eleganza inconfondibile di tutti i modelli della casa.
 
La meccanica è tra le più silenziose in assoluto mentre l'ottica è quella rinomata per la straordinaria qualità fotografica e per i colori particolarmente saturi che solo le ottiche Voigtlander sapevano dare.
 
Queste le principali caratteristiche:
- Lente di alta qualità "Voigtlander Lanthar" con focale di 50mm
- diaframma con aperture da f/2.8 a f/22
- Otturatore centrale lamellare "Pronto" con tempi di scatto da 1/30sec. a 1/250 sec. più la posa B
- Autoscatto
- Slitta per flash esterno
- Possibilità di comando a distanza dell'otturatore
Non sottovalutate questa macchina lasciandovi ingannare dal suo aspetto semplice. Non si tratta di una delle tante compatte a lente fissa ma di un vero gioiello. Posso assicurarvi che poche macchine, reflex comprese, riescono a eguagliare la nitidezza d'immagine e la brillantezza dei colori delle lenti Voigtlander.
 
Se non ne avete mai posseduto una macchina Voigtlander, provatene una!
 

3 commenti:

  1. Bellissima! spero sempre di trovarne una a qualche mercatino

    RispondiElimina
  2. Mio babbo ad un certo punto la sostituì con una compatta 35 mm che appariva "moderna" ma le foto non furono più le stesse. Non ricordo perchè la cambiò, forse aveva ceduto l'otturatore, e non so dove è finita...

    RispondiElimina
  3. E stata la prima macchina fotograficha più seria che comprai in quel periodo, e mi ha dato molte fotografie ben fatte.. per molto tempo. era il 1967.

    RispondiElimina