Visualizzazioni totali

mercoledì 18 aprile 2012

FOCA SPORT I (1954)

Il marchio francese OPL-FOCA ha origini antiche. La Société Optique et Précision de Levallois fu fondata nel 1919 in un sobborgo di Parigi e per alcuni decenni produsse telemetri ed ottiche di precisione per uso scientifico, medico e militare.
 
Tra il 1945 e il 1967 l'azienda produsse anche numerosi modelli di fotocamere, commercializzate con il marchio "FOCA". I primissimi modelli erano delle telemetro a ottica intercambiabile ispirate alle tedesche Leica e Contax, la cui importazione era limitata da pesanti dazi doganali. In seguito fu introdotta anche una linea di modelli 35mm a ottica fissa denominati "Foca Sport" e di raffinate reflex denominate "Focaflex".
 
La "Foca Sport I" appartiene alla prima generazione di questa famiglia di fotocamere 35mm nate per fronteggiare la migliore concorrenza tedesca. 
 
Realizzata interamente in metallo, con una ottica di qualità e finiture cromate, questa fotocamera ricordava parecchio le rivali tedesche dell'epoca e, come queste, era dotata di numerose regolazioni dei tempi e diaframmi che la rendevano adatta anche per i fotografi più esperti.
 
Il corpo macchina si presenta compatto e ben realizzato, con i movimenti meccanici di caricamento, scatto e messa a fuoco che appaiono di grande precisione.
 
Queste le principali caratteristiche caratteristiche:
- Obiettivo con lente "FOCA Neoplar" con focale di 45mm
- Diaframma a iride fra i due gruppi ottici dell’obiettivo, con aperture da f/2.8 a f/16
Otturatore centrale lamellare con 8 tempi di scatto da 1sec. a 1/300sec. più la posa B
- Inquadratura con mirino galileiano
- Messa a fuoco su scala metrica mediante rotazione della ghiera dell’obiettivo
- Contatto di sincronizzazione e slitta per flash esterno
- Possibilità di comando a distanza dell'otturatore mediante cavetto flessibile
 
Ciò che è più importante, la Foca Sport I è una fotocamera di tipo completamente meccanico e in cui tutte le impostazioni (tempi di scatto, aperture diaframma, messa a fuoco) vanno regolate manualmente dall'utente.
 
Grazie alla ampia disponibilità di pellicole 35mm, sia a colori che per il bianco e nero, non solo si tratta di un modello raro e bello da esporre ma anche di un' ottima scelta per chi voglia cimentarsi con la fotografia a pellicola con uno strumento serio.
 

Nessun commento:

Posta un commento