Visualizzazioni totali

sabato 11 febbraio 2012

MINOLTA A5 (1960)

Nei primi anni '60 tutti i principali costruttori cominciarono a fabbricare fotocamere di tipo "automatico", ossia dotate di una gestione dei tempi di scatto e del diaframma completamente automatizzata. L'intento era di diffondere la fotografia consentendo anche al principiante di godere della qualità tecnica ed ottica prima riservata solo agli utenti più esperti.
 
La giapponese Minolta fu una dei pionieri in questo nuovo mercato (Hi-Matic) ma, senza rinnegare la sua salda tradizione, non trascurò neppure la folta schiera di appassionati ed esperti che continuavano ad esigere la completa manualità e le possibilità creative ed artistiche che essa offre.
 
Lanciata sul mercato nel 1960, la "MINOLTA A5" costituì l'ultima evoluzione delle fotocamere denominate "Classe A"; i modelli completamente manuali che avevano reso celebre questo costruttore in tutto il mondo.
 
La A5 era quanto di meglio si potesse chiedere ad una fotocamera ad ottica fissa: lente di alta qualità e otturatore lamellare silenziosissimo e con tempi di scatto fino a 1/500sec. consentivano a questo modello di non sfigurare neppure in confronto alla maggior parte delle macchine reflex contemporanee.
 
Il corpo era realizzato interamente in solido metallo, con la consueta cura e qualità delle Minolta dell'epoca. Completava la dotazione un precisissimo telemetro in grado di consentire una messa a fuoco impeccabile.
Queste le principali caratteristiche tecniche:
- Obiettivo con lente Minolta "Rokkor" in quattro elementi (schema Tessar) con focale di 45mm
- Diaframma a iride fra i gruppi ottici dell’obiettivo con aperture da f/2.8 a f/22
- Otturatore centrale lamellare "Citizen MVL" con 10 tempi di scatto, da 1sec. a 1/500 sec. più la posa B
- con mirino galileiano
- Messa a fuoco mediante telemetro
- Autoscatto
- Contatto di sincronizzazione e slitta per flash
- Possibilità di comando a distanza dell'otturatore mediante cavetto flessibile 
 
Come si nota, la MINOLTA A5 era un vero gioiello di tecnica destinato a mani esperte e la sua dotazione tecnica, anche dopo 50 anni, resta ancora di tutto rispetto. Una macchina così non la trovate tutti i giorni...
 

Nessun commento:

Posta un commento