Visualizzazioni totali

lunedì 16 gennaio 2012

FED 11 ATLAS (1967)

L' Unione sovietica è nota per la sua sterminata produzione di fotocamere. Una miriade di modelli, spesso anche geniali, che dopo il crollo del comunismo sono diventati presto appannaggio di collezionisti e amanti della fotografia di vecchia scuola.
 
Alcuni di questi modelli sono delle vere e proprie copie delle gloriose Leica e Contax. Si tratta di veri gioielli di meccanica che, a causa di una maggior numero di esemplari prodotti, mantengono quotazioni molto più accessibili delle loro cugine tedesche. 
 
In altri casi si tratta di modelli progettati ex-novo e del tutto originali sia nella forma che nella tecnica.

E' questo il caso della "FED 11 Atlas". Prodotta per soli 4 anni, dal 1967 al 1971, ed in soli 21.509 esemplari (le reflex Zenit furono prodotte in milioni di pezzi) questa telemetro era uno dei modelli più moderni e raffinati della produzione sovietica dell'epoca.
 
Telemetro, esposimetro e lente intercambiabile ne facevano, infatti, un modello completo nella dotazione tecnica e in grado di rivaleggiare con le più complesse macchine reflex.
Per il resto si tratta di una classica macchina sovietica. Pesante (interamente in metallo), robusta e completamente meccanica, è dotata di un'ottica (Industar) di altissima qualità.
 
Di seguito le principali caratteristiche di questo modello:
- Obiettivo INDUSTAR-61 con focale di 52mm
- Diaframma con aperture da f/2.8 a f/16
- Otturatore a tendina (come nelle reflex!) con tempi da 1sec. a 1/250sec. e posa B
- Telemetro per una messa a fuoco accurata
- Esposimetro con cellula al selenio e indicatore dell'esposimetro visibile direttamente nel mirino.
- Baionetta con lente intercambiabile.
- Scritta "FED Atlas" in cirillico russo, che la identifica come un modello destinato al mercato interno russo e non all'esportazione.
 
 
Concludo segnalandovi la assoluta rarità di questo modello, che difficilmente riuscireste a trovare neppure rivolgendovi direttamente a venditori russi.
Doveroso l'acquisto per i collezionisti di macchine dell'era sovietica!

Nessun commento:

Posta un commento