Visualizzazioni totali

sabato 17 dicembre 2011

SONY ALPHA A200 (2008)

Il colosso dell'elettronica SONY gode ormai di una reputazione consolidata anche nel settore della fotografia.
Con una gamma di prodotti ampia e completa che va dalle compatte fino alle reflex professionali e alle recentissime compatte con ottica intercambiabile come la NEX-3 e NEX-5, Sony è ormai uno dei protagonisti del mercato fotografico mondiale e spesso all'avanguardia della tecnica.
Inoltre, sui modelli di fascia superiore, il sodalizio con il colosso tedesco CARL ZEISS permette di rivaleggiare ad armi pari con la migliore concorrenza Nikon e Canon.   
La "ALPHA 200" è sata uno dei modelli di maggiore successo della gamma Sony grazie alla sua versatilità e alla eccellente qualità fotografica, che le valsero anche il prestigioso premio "TIPA Awards" come migliore reflex amatoriale.
Dotata di un corpo macchina ergonomico e di facile impugnatura, la Alpha 200 conserva dimensioni abbastanza compatte (131x98,5x71 mm) che la rendono agevolmente trasportabile.
Soprattutto, è dotata di un efficace sistema di stabilizzazione ottica (Super SteadyShot) integrato nel corpo macchina, che lavora direttamente sul sensore compensando i movimenti della mano per ridurre il rischio di mosso e per il quale Sony dichiara un guadagno possibile fino a 3,5 stop. Il vantaggio è evidente poichè (a differenza dei modelli concorrenti di Nikon e Canon) non bisogna disporre di ingombranti e costose ottiche stabilizzate ma qualunque ottica si utilizzi la stabilizzazione è garantita dal corpo macchina!
Degno di nota è pure il processore d’immagine Sony BIONZ, che consente un più ampio range dinamico e un basso disturbo anche alle alte sensibilità ISO. Completa il quadro il Sony Dynamic Range Optimizer (DRO), che permette di raccogliere un maggior numero di dettagli nelle ombre e nele alte luci dell’immagine.
Ecco, più in dettaglio, le principali caratteristiche tecniche di questo modello:
- Sensore CCD da 10,2 Megapixel di formato APS-C (23,6x15,8 mm) con sistema anti-polvere
- Obiettivo zoom 4x con focale 18-70mm (equivalente ad un 27-105 mm nel formato tradizionale a 35 mm).
- Diaframma con apertura max a f/3.5
- Stabilizzatore ottico "Super SteadyShot" direttamente nel corpo macchina
- Possibilità di scattare in formato RAW
- Otturatore con tempi di scatto da 30sec. a 1/4.000sec. più la posa B
- Messa a fuoco manuale o automatica con rilevazione TTL (9 punti con sensore centrale a croce)
- Display LCD da 2.7”  e 230.000 punti
- Sensibilità da 100 fino a 3200 ISO
- Scatto a raffica fino a 3 foogrammi al secondo
- Flash integrato automatico a scomparsa (numero di guida: 12) con pulsante manuale e slitta per flash esterno
- Autoscatto
- Memoria interna di 40mb e schede esterne di tipo CompactFlash e Memory Stick Duo
- Predisposizione per filtri diametro 55mm
- Alimentazione con batteria ricaricabile agli ioni di litio (autonomia, dichiarata di circa 750 scatti con una carica completa).
Oltre che un sofisticato gioiello di tecnica, la SONY ALPHA 200 può essere utilizzata anche dai meno esperti come ideale prima reflex. Essa, infatti, può essere utilizzata in modalità completamente automatica o programmata, al pari di una compattina di fascia economica, e vi garantirà egualmente i risultati superiori che ci si attendono da una fotocamera reflex.
Le dimensioni del sensore APS-C (23,6x15,8 mm) garantiscono, infatti, una gamma dinamica e una riduzione del disturbo tecnicamente irraggiungbili per qualunque fotocamera compatta... anche modelli sofsticati da 500 euro come le Olympus Pen e le Panasonic GF-3.
Da notare anche la immediata compatibilità della baionetta "SONY A" con tutte le ottiche Minolta autofocus senza bisogno di alcun adattatore. Sony, infatti, acquistò il brevetto da Minolta quando si affacciò per la prima volta nel campo della fotografia reflex e dunque l'attacco lente è lo stesso delle fotocamere Minolta autofocus adottato fin dai primi anni '90.

Nessun commento:

Posta un commento