Visualizzazioni totali

lunedì 19 dicembre 2011

NIXON IDEAL COLOR 35 (1954)

Verso la metà degli anni '50 la Germania era un paese in forte crescita economica. Dopo i disastri della Grande Guerra tutti erano impegnati nella ricostruzione dell'economia nazionale e l'industria fotografica era un settore forte, in Europa e nel mondo intero.
Accanto ai grandi colossi come Kodak, Agfa e Zeiss vi era una miriade di fabbricanti, alcuni dei quali a carattere quasi artigianale. Adolf Gerlach era uno di questi e la sua azienda, la Nixon, riuscì a ritagliarsi una discreta fetta di mercato con le sue produzioni.
La "Ideal Color 35" è una piccola macchina, di peso e dimensioni paragonabili a una Voigtlander Vito B. Sebbene oggi se ne trovino davvero poche in giro, ai suoi tempi questa macchina raggiunse una certa notorietà tant'è che fu prodotta sotto licenza anche in Olanda dalla Nedinsco col nome "Primo" e in Spagna dalla ENOSA.
La macchina è realizzata interamente in metallo e, oltre che farsi notare per la sua linea elegante, stupisce ancor più per la sua compattezza.
Il caricamento della pellicola avviene dal basso, rimuovendo la base come sulle prime Leica. L'avanzamento pellicola è effettuato mediante una tradizionale levetta ad azionamento rapido.
Queste le principali caratteristiche tecniche:
- Lente "Nixon Anastigmat" con focale di 45mm
- Aperture diaframma variabili tra un massimo di f/3.5 e un minimo di f/16
- Otturatore centrale lamellare con tempi di scatto da 1/25sec. a 1/100 sec. più la posa B.
- Slitta flash
Per ulteriori informazioni su  questo bellissimo pezzo di artigianato fotografico  tedesco visitate il seguiente link:
http://www.camerapedia.org/wiki/Ideal_Color_35

Nessun commento:

Posta un commento