Visualizzazioni totali

domenica 11 dicembre 2011

MINOLTA HI-MATIC G2 (1981)

Gli anni '80 hanno segnato una tappa cruciale nella storia della fotografia. Proseguiva il processo di "compattizzazione" iniziato negli anni '70 ma si cominciava anche a fare largo impiego di materie plastiche, a incorporare i flash nel corpo macchina e, soprattutto, vi fu la comparsa dei primi sistemi "autofocus".
In quest'ottica, la Minolta "Hi-Matic G2" appare un prodotto poco incline allo stravolgimento in atto in quegli anni ma, piuttosto, una intelligente e misurata evoluzionde delle venerate Hi-Matic F e G che la precedettero.
La sua forma, infatti, è diretta discendente dei mitici modelli degli anni '70 ma con dimensioni ancora più compatte e un impiego ancora più intelligente e ottimizzato dell'elettronica.
L'obiettivo che Minolta si era posto con questo modello fu pienamente raggiunto: foto straordinariamente nitide, colori saturi e brillanti e grande facilità d'utilizzo anche per un principiante della fotografia.
Queste le specifiche tecniche:
- Rinomata lente Minolta, composta di 4 elementi in tre gruppi, con focale di 38mm e apertura max.f/2.8
- Diaframma con aperture da f/2.8 a f/22
- Otturatore centrale lamellare con tempi di scatto da 1/60sec. a 1/250sec.
- Esposimetro CDS dislocato cul corpo lente, in modo da fornire una corretta lettura esposimetrica anche quando si montano filtri ottici.
- Predisposizione per filtri diametro 46mm
Questa splendida compatta, grazie alla gestione completamente automatizzata dello scatto, costituisce la scelta ideale per chi si avvicini per la prima volta alla fotografia tradizionale a pellicola ma non voglia rinunciare alla possibilità di ottenere foto sempre perfette... qualità garantita da Minolta!
Per ulteriori info e per farvi un idea della qualità delle foto ottenibili con questo piccolo gioiello visitate i seguenti link:
http://www.collection-appareils.fr/minolta/html/minolta_G2.php
http://www.wretch.cc/blog/Allian/15714040

Nessun commento:

Posta un commento