Visualizzazioni totali

venerdì 23 dicembre 2011

KODAK BANTAM COLORSNAP (1955)

A metà degli anni'50, in piena epoca del bianco e nero, Kodak decise di promuovere fortemente la vendita di pellicole a colori.
 
In Europa questo si tradusse nel lancio di una gamma di modelli completamente nuovi; fotocamere dalla linea moderna e gradevole e soprattutto semplici da usare, anche per gli utenti meno esperti.
La "BANTAM COLORSNAP" fu una pedina importante nella strategia commerciale di Kodak, tant'è che fu commercializzata con lo stesso nome "Bantam" dei mitici modelli americani degli anni '30 e '40, disegnati da Walter Dorwin Teague.
 
Diversamente da quanto si potrebbe pensare osservando la foto, la BANTAM COLORSNAP è una macchina molto solida, realizzata quasi completamente in metallo.
Del tutto originale sotto il piano stilistico, anche i comandi e il modo di utilizzo sono stati semplificati al massimo. 
 
Infatti, il settaggio dell'esposizione avviene facendo riferimento a una guida posta sul retro della fotocamera: è sufficiente "indicare" alla fotocamera le condizioni del tempo (nuvoloso, soleggiato, ecc.) e la fotocamera fa il resto, impostando l'apertura del diaframma e il tempo di scatto... semplice e geniale no?
Inoltre, la BANTAM COLORSNAP dispone anche di un contatto di sincronizzazione per l'utilizzo del flash.
La KODAK BANTAM COLORSNAP produce fotogrammi di dimensioni 40x28mm su pellicola 828.
E'importante notare che, sebbene sia ormai fuori produzione, il formato 828 non è altro che l'attuale pellicola 35mm ma priva dei fori di trascinamento.
In pratica, quando Kodak lanciò questo formato di pellicola l'idea era di recuperare spazio sulle normali pellicole 35mm sfruttando l'intera superficie fotosensibile e, dunque, eliminarono i fori di trascinamento e avvolsero la pellicola su dei semplici rocchetti anzichè nei consueti caricatori per il 35mm.
 
Con un minimo di intraprendenza, è possibile riavvolgere la normale pellicola 35m su dei rocchetti 828 e queste macchine ritornano perfettamente fruibili.
In rete esistono numerosi tutorial illustrati che spiegano passo passo come utilizzare le comuni pellicole 35mm nelle macchine di formato 828.
Ecco qualche esempio:
http://www.pheugo.com/cameras/index.php?page=spool828
http://www.bnphoto.org/bnphoto/Kodak828.htm
 

Nessun commento:

Posta un commento