Visualizzazioni totali

sabato 10 dicembre 2011

FERRANIA IBIS S (1955)

Il marchio Ferrania, insieme a Bencini, rappresenta una delle più importanti pagine della storia italiana. La maggior parte dei nostri genitori ne ha posseduta una e ci ha legato i ricordi più belli, tramandati a noi dell'era del digitale.
Erano gli anni dell'immediato dopoguerra e del boom economico; gli anni dellla Vespa e della 500, dei film di De sica e Alberto Sordi, dei primi quiz con Mike Bongiorno e... della fotografia in bianco e nero sui rulli 127, più economici del 120 destinati alla fotografia professionale ma comunque definibili "medio formato".
La "Ibis" rappresenta uno dei modelli di maggiore successo del marchio Ferrania.
Realizzata interamente in lega di alluminio, questa macchina ha uno stile inconfondibile che la rende unica e ricercatissima da tutti collezionisti.
In particolare le lente telescopica estraibile ne fa un oggetto di grande fascino e dal gusto retro'
Sotto il piano puramente tecnico, la macchina è improntata alla massima semplicità di utilizzo e anche un principiante ne capirebbe subito il funzionamento, senza neppure il bisogno di un manuale d'istruzioni.
Tengo a precisare che il formato di pellicole 127 utilizzato da questa macchina e da tante altre macchine italiane dell'immdiato dopoguerra viene ancora prodotto da alcuni marchi come EFKE e MACO.
Un sistema più economico è quello di utilizzare le normali 35mm, come spiegato dall' ottimo Giuseppe Di Cillo nel suo blog:
http://dicillo.blogspot.com/2007/09/35-mm-in-127-camera-tutorial.html
In conclusione, uno splendido esempio di "Italian Style" da esibire con orgoglio, anche per chi colleziona solo Leica, Rollei e Zeiss.

2 commenti:

  1. Chi fosse interessato ne possiedo una,in condizioni abb buone,solo con qualche segno dato dal tempo (ma non molti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao volevo sapere se era possibile il valore di questo modello con la sua custodia originale e libretto istruzioni ottime condizioni ciao grazie

      Elimina