Visualizzazioni totali

mercoledì 28 dicembre 2011

ENSIGN GREYHOUND (1925)

Il marchio Houghton Butcher's, poi diventato Ensign, è uno dei più antichi è gloriosi costruttori di fotocamere d'Inghilterra.
Fondata a Londra nel 1834, l'azienda produsse una ampia gamma di modelli e fu, di fatto, uno dei pochi costruttori in Europa a poter tenere testa allo strapotere dell'industria tedesca.
La produzione spaziava dalle economiche box in legno e metallo, fino alle più sofisticate soffietto a telemetro (Autorange, Commando) e perfino modelli ispirati alle mitiche Leica (Multex).
Il modello "Greyhound" del presente annuncio, è una tipica soffietto degli anni '20 ma caratterizzata da alcuni elementi distintivi.
Anzitutto il colore verde-olivastro del corpo macchina, che la rende immediatamente riconoscibile e inconfondibile con altre soffietto dell'epoca. Poi l'elegante frontale con le targhette in colore nero e oro e con la sagoma di un cane levriero che corre (Greyhound in inglese significa appunto "levriero").
Per il testo, come dicevo, si tratta di una tipica soffietto anni '20, con il corpo macchina, realizzato interamente in metallo e rifinito con una vernice dalla trama effetto "mosaico" in rilievo.
Anche la struttura è tipica delle soffietto anni '20, con il soffietto che non è auto-estensibile (cioè non si allunga da se quando si apre la macchina) ma bisogna estrarlo facendolo scorrere su un binario.
La messa a fuoco non avviene girando la lente, come accade comunemente, bensì facendo scorrere il soffietto lungo una slitta che contiene una scala di valori a seconda della distanza del soggetto da fotografare.
Il diaframma è impostabile su tre diverse aperture denominate "Small", "Medium" e "Large" in luogo dei classici valori espressi in f/stop.
Infine, il mirino è orientabile a seconda che si utilizzi la macchina in posizione orizzontale o verticale.
E'importante tener presente che questa macchina impiega pellicole di formato 120, ancora prontamente reperibili in commercio, e realizza fotogrammi di dimensioni 6x9cm. Dunque, a dispetto del suo aspetto molto antico si tratta di una macchina ancora perfettamente fruibile per foto dal gusto retrò.

Nessun commento:

Posta un commento