Visualizzazioni totali

martedì 8 novembre 2011

PRAKTICA NOVA B (1965)

Il marchio Pentacon (meglio noto come Praktica) ha origini antichissime. Nasce, infatti, da un ramo della Zeiss Ikon localizzato a Dresda, dopo che la città passò sotto il dominio della Germania Est.
A quell'epoca gli stabilimenti Zeiss furono nazionalizzati dal governo socialista e tutto il materiale fu requisito dal nuovo regime Comunista . Per le prime produzioni furono utilizzati addirittura i pezzi delle Contax presenti in magazzino e fu cambiato solo il nome in PENTACON, ossia "PENTA"prism "CON"tax.
Da allora, la quasi totalità delle macchine uscite dagli stabilimenti di Dresda sono state delle reflex... Conoscete un migliore biglietto di presentazione pe il marchio "Praktica"?  
La "Praktica Nova B" è figlia di un epoca di forti tensioni (cd. Guerra Fredda) ma anche caratterizzata da grandi innovazioni nella fotografia, con la definitiva affermazione delle reflex mono-obiettivo sulle reflex biottiche.
Un impulso decisivo a questo cambiamento veniva dai costruttori giapponesi ma anche i tedeschi della Germania Est, da sempre specialisti nella fabbricazione di queste macchine, riprogettarono ex novo i loro modelli dando vita a una gamma completamente rinnovata (nota come Praktica di Seconda Generazione).
L'aspetto e la costruzione restavano "rocciosi" come nella tradizione Pentacon ma l'utilizzo era più docile e di precisione che in passato. 
La "Praktica Nova B" oggetto del presente annuncio è un modello molto raro poichè fu prodotto per solo un anno (Gennaio 1965-Febbraio 1966) e in appena 48.840 esemplari.
Il funzionamento della macchina è completamente meccanico e, dunque, non vi è nessuna dipendenza dalle batterie o dall'elettronica. Perfino l'esposimetro è del tipo  "ad energia solare" e non necessita di batterie.
La dotazione tecnica è ancora oggi di tutto rispetto:
- Lente tedesca Meyer "Domiplan/Prakicar" con focale di 50mm e apertura max f/2.8
- Diaframma a iride fra i due gruppi ottici dell’obiettivo, con aperture da da f/2.8 a f/22
- Otturatore sul piano focale a tendina in tela con tempi di scatto da 1sec. a 1/500sec più la posa B
- Esposimetro con cellula al selenio, che non necessita di batterie per funzionare
- Baionetta com passo a vite M42, che rende la macchina compatibile con una miriade di lenti (dalle eccellenti Pentacon a quelle di terze parti) per ogni tasca.
Per il resto c'è poco da aggiungere: le Praktica sono macchine dedicate ai puristi della fotografia, che cercano uno strumento affidabile e di precisione e che desiderano attingere a tutte le proprie conoscenze tecniche per una completa personalizzazione dello scatto.
Oltre che per i più esperti, consiglierei questa macchina anche a uno studente di fotografia, che necessita di una completa manualità, o a chi si avvicina per la prima volta a una reflex e non vuole dissanguarsi con una ben più costosa Nikon o una Pentax di pari prestazioni.

Nessun commento:

Posta un commento