Visualizzazioni totali

martedì 29 novembre 2011

POLAROID STUDIO EXPRESS Model 403

Il marchio Polaroid è legato ad un rivoluzionario processo chimico sperimentato nel 1929 dal Dr. Edwin Land e che impiegava un supporto che conteneva già al suo interno i reagenti chimici necessari per lo sviluppo dell'immagine. Nel 1947 nacque la prima fotocamera Polaroid, mediante la quale si potevano ottenere fotografie in pochi secondi dopo lo scatto.
Per la sua facilità di utilizzo, il sistema Polaroid riscosse un enorme successo, anche se la qualità di stampa non raggiunse mai il livello della stampa fotografica tradizionale. Le stampe avevano il difetto di soffrire molto l'invecchiamento e l'esposizione alla luce tanto che, in alcuni casi, già dopo pochi anni di normale conservazione, le immagini risultavano sbiadite e fortemente virate verso il blu.
Nonostante tutto, proprio le caratteristiche dominanti di colore e la vignettatura causata dalla scarsa qualità delle lenti in plastica fecero delle macchine Polaroid un formidabile strumento di espressione artistica... insomma, una antesignana della odierna lomografia.
Accanto alle innumerevoli fotocamere di fascia amatoriale, Polaroid realizzò, negli anni, anche modelli dedicati alla sola clientela di tipo professionale. E' il caso della famosa "600SE" realizzata partendo dalla base della eccezionale Mamiya Press ma anche delle numerose "Studio Espress" contraddistinte da differenti codici modello, come quella in oggetto.
La POLAROID STUDIO EXPRESS MODEL 403 appare immediatamente per quello che è: una macchina professionale dalle dimensioni imponenti e specificamente pensata per la fotografia di ritratto.
Questa fotocamera è dotata di ben quatro obiettivi di ripresa e di un sistema di messa a fuoco di tipo sonar, una tecnologia utilizzata esclusivamente da Polaroid.
In pratica, la macchina emette delle onde a ultrasuoni che rimbalzano sul soggetto e, a seconda del tempo che impiegano a ritornare verso la fotocamera, le consentono di stimare la distanza del soggetto e di effettuare di conseguenza la corretta messa a fuoco.
Con i suoi quattro obiettivi, questa fotocamera può realizzare 4 foto identiche in un unico scatto, oppure 2 paia di foto oppure 4 differenti foto su un unco negativo.
Per alimentare la macchina occorrono 4 comunissime pile stilo AA da 1,5volt.
Quanto alla reperibilità delle pellicole, questo modello può utilizzare le pellicole POLAROID 100 oppure le FUJI FP-100C che sono ancora ampiamente reperibili e a prezzi molto ragionevoli. Basta cercarle in rete o nei migliori negozi di materiale fotografico.
Per visionare alcuni esempi di foto scattate con questo modello e il sito ufficiale delle relative pellicole visitate i seguenti link:
http://www.polaroid-passion.com/appareils-polaroid-pack-100.php?id=146
http://www.flickr.com/search/?q=Polaroid+Studio+Express+403

1 commento:

  1. Dove posso trovare un rullo per il dorso della 403?

    RispondiElimina