Visualizzazioni totali

martedì 8 novembre 2011

NIKON N 50 (1994)

Introdotta sul mercato nel 1994, la "N 50" era una fotocamera completamente nuova rispetto ai modelli precedenti, capace di una messa a fuoco velocissima e di una slenziostà di funzionamento tale da fare invidia anche alle reflex dell'ultimissima generazione.
Realizzato in metallo e policarbonato, il corpo macchina della F 50 manteneva la robustezza tipica delle reflex Nikon del passato ma con forme decisamente più moderne ed ergonomiche. 
Per quanto riguarda il funzionamento, la N 50 è improntata alla massima semplicità d'uso e consente di scegliere tra la modalità di funzionamento "Semplificata" o "Avanzata" per una maggiore libertà di controllo delle impostazioni.
Grazie alla disponibilità di 8 modalità programmate, questa macchina garantisce foto sempre perfette anche ad un dilettante, con la facilità d'so di una compattina digitale e la qualità fotografica di una reflex analogica.
A questo si aggiunge la possibilità di funzionamento semi-automatco a priorità di tempi, di diaframmi la modalità completamente manuale. Anche la messa a fuoco può essere sia automatica (autofocus) che manuale.
La Nikon N 50 dispone, inoltre, di due sistemi di misurazione esposimetrica. Il MATRIX 3D a 6 settori e la Misurazione MEDIA PONDERATA, in cui viene assegnata la prevalenza alla zona centrale del campo inquadrato.  
La dotazione tecnica di questo modello è ancora oggi di tutto rispetto:
- Otturatore sul piano focale a tendina metallica e controllo elettronico, con tempi di scatto da 30sec. a 1/2.000sec
- Messa a fuoco manuale o automatica, con possibilità di tracking per soggetti in movimento
- Esposimetro con lettura di tipo TTL, con sensibilità ISO da  6-6400 e due differenti modalità di esposizione (Matrix 3D e Center Weighted)
- Baionetta di tipo NIKON F, compatibile sia con ottiche manual focus che autofocus e stabilizzate
- Flash estraibile integrato nel corpo macchina con funzione anti occhi rossi
- Avanzamento e riavvolgimento pellicola motorizzato
- Autoscatto
Per quanto riguarda il funzionamento, come ho già detto, la NIKON N 50 ha caratteristiche del tutto simili a una moderna reflex digitale come la possibilità di messa a fuoco automatica (autofocus) o manuale; la possibilità di funzionare sia in modalità completamente manuale, a priorità di tempi, a priorità di diaframmi o programmata.
Un altro aspetto importante da segnalare è la compatibilità di questa machina con una miriade di ottiche Nikon, sia manual focus del passato che gli obiettivi AF dotati di autofocus.  
Per ulteriori info e per verificare la qualità delle foto ottenibili, vi invito a visitare i seguenti link:
http://www.flickr.com/photos/plebism/sets/72157603955993517/
http://www.mir.com.my/rb/photography/companies/nikon/htmls/models/specroom98/f50/f50spec.htm

2 commenti:

  1. Ottimo articolo per una splendida macchina. Mi permetto solo di aggiungere una piccola curiosità da cinefilo: La Nikon N50 è una delle due macchine adoperate da Pecker, protagonista dell'omonimo film del 1998 che narra delle vicende di un ragazzo che prima diventa casualmente uno street photographer e che poi, sempre per caso, viene acclamato artista di grido. Un vero cult per fotoamatori :-)

    I miei 2 cents. Come sempre i miei complimenti Giulio.

    Ciao

    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, noto con piacere che anche tu conosci questo film!!!
      Si, ricordo bene che la macchina preferita di Pecker era una Canon Canonet e quando gli regalarono la Nikon (moderna bestia con autofocus) ebbe quasi un attacco di panico di fronte a tanta tecnologia!
      Geniale film dedicato allo street photography e al bianco e nero "aggressivo"... proprio cme i tuoi lavori!
      Grazie a te, Antonio.

      Elimina